Skip to content

ANTICHI VITIGNI E NUOVE OCCASIONI

novembre 30, 2011

DOMENICA, 08 MAGGIO 2011

ROSSARA 2010
APRILE 2011

Per caso o per necessità, chissà, ho preso una bottiglia di Rossara: per caso, dato che sono arrivato senza volerlo presso la Cantina Zeni di San Michele all’Adige che produce questo tipo di vino; e per necessità perchè ero scarso di rossi ed ho voluto provarne uno nuovo e diverso.
Ora, senza scomodare la filosofia, mi sono fatto incuriosire da questo vitigno anche perchè presentato in una bottiglia dalla bella etichetta (ho un debole per le etichette, come sapete bene).
L’ho aperto con qualche sospetto, trattandosi di un vino rosso di soli 11 gradi e del 2010, pensando che si trattasse di un vino bianco travestito da rosso.
Invece, sorpresa, ho trovato il vino che cercavo da anni: diverso dalla schiava, che per me si porta sempre dietro quel non so che di vinello da poveracci -anche se non lo è affatto- , eppure indubitabilmente trentino. Un vino fresco, profumato, con un bel colorino trasparente-rosato-granato poco alcolico che lo bevi senza impegni particolari, anche da solo, meglio con qualche taralluccio o con qualche primo non impegnativo. Un vino che, se si vuole andare a cercarli, porge aromi vegetali e di spezie, ma che non li presenta con potenza ed esplosività. Al contrario, è un vino leggero e povero di corpo, però chi fosse stufo dei soliti vini superdotati, concentrati, dal colore fittissimo ed intraguardabile, troverà qui una possibile risposta trentina.
Attenzione, come consumatore curioso non dico che non mi piacciono i vini super-qualcosa: ma dico che qualche volta si desidera un diversivo con un vino che stia tranquillo ad osservare quello che succede, senza calcare la prima scena del palco; in quel caso eccolo qui abbiamo trovato, forse, il modo di assegnare l’oscar per il miglior vino non protagonista.

Questa esperienza mi fa venire in mente due cose:
la prima è banale ma dovrebbe far piacere al produttore, è che appena avrò modo di tornare in quella cantina ne prendero altre bottiglie, da bere la mattina delle domeniche nei prati prima di passare alla grigliata ed ai potenti tagli bordolesi;
la seconda è che forse questa può essere una strada per il vino trentino. Non sto parlando certo di appoggiare la produzione vinicola trentina sulla rossara, che non avrebbe senso. Anche perchè abbiamo vini principeschi sia fra i bianchi che fra i rossi. Del resto, banalmente, se nel passato questo vino è stato abbandonato a favore di altri vitigni internazionali o importati da fuori ci sarà un perchè.
Però credo di poter dire che la quasi “monocultura” del pinot grigio a sua volta non può essere l’unico asse del vino trentino.
Forse, come un vino non ha mai un solo profumo o un solo aroma, così anche la produzione trentina dovrebbe presentarsi come una unione di proposte, una specie di mazzo di fiori in cui ci stia il vino che va bene per essere prodotto industrialmente, ma dove ci sia anche qualche cosa di specifico: a occhio direi che non sarebbe male posizionarsi con un mazzetto composto da una decina di vini rossi ed una decina di vini bianchi. La rossara, sinceramente non so se starebbe nella decina o se sarebbe l’undicesimo, il produttore mi ha detto che lo vinificano come una curiosità e con la missione che questo vitigno non scompaia; di questo li ringrazio perchè a me piace e lo riproverò. Costa fra l’altro solo 8,5 € in cantina.
Tuttavia questo è un vino che può sul serio caratterizzare il Trentino e se è vero, come ci stanno dicendo in molti, che siamo in un momento di riflusso e di ritorno a vini leggeri, non marmellatosi, e simbolo del territorio, direi che stiamo entrando nel principato della rossara.

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Postato da: arneis a 22:05 | link | commenti 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: