Skip to content

UN BEL PERSONAGGIO

novembre 30, 2011

LUNEDÌ, 18 APRILE 2011

TERRAZZI ALTI – SIRO BUZZETTI
VINITALY 2011 – 9 APRILE

Fra le persone che ho incontrato al Vinitaly una menzione va fatta per Siro Buzzetti, titolare della Azienda Agricola Terrazzi Alti.
Mai visto prima in vita mia, ci ha accolti con gentilezza e ci ha parlato del suo lavoro con grazia e amorevolezza. Gli ho fatto una bella foto, un po’ artigianale, ma che ha saputo cogliere l’attimo di questo uomo dall’apparenza seria e tranquilla. GliUN PERSONAGGIOho fatto qualche domanda che trascrivo qui.
Osservatorio del Vino: come ha cominciato?
Siro Buzzetti: la prima vendemmia è del 2005, prima facevo un altro lavoro. Ho preso un piccolo terreno di 1000 metri quadrato che stava per essere abbandonato a se stesso dai vecchi proprietari. Adesso possiedo 8000 metri quadrati e produco 3000 bottiglie.
OdV come vengono coltivate le vigne?
SB Le vigne sono coltivate a guyot e la produzione è di 80 q.li per ettaro cioè a basse rese.
OdV: Qual’è la sua filosofia per fare il vino?
SB secondo me il vino si fa da solo e più lo si lascia fermo meglio è.
OdV: il suo vino passa nel legno?
SB il vino matura in rovere grande francese non tostato. Il prossimo vino sarà pronto in dicembre.
OdV: Quanti anni hanno le viti?
SB in realtà è impossibile dirlo: in questo terreno quando una vite muore la sostituisco con una nuova, in questo modo il vigneto è un organismo vivo, le vigne non hanno tutte la stessa età ed alcune possono essere vecchissime.
OdV: fa dei trattamenti particolari per il vino?
SB uso solamente pochissima solforosa. Per il resto credo molto nella pulizia assoluta in cantina, quindi per fare un buon vino uso … tantissima acqua.

Insomma questo è un signore che è stato un vero piacere conoscere. Non mi ricordo se gli ho chiesto il prezzo del vino. Il problema è che con tremila bottiglie la distribuzione è quella che è e per averne dovrei chiedergliele personalmente. Ma è un vino talmente particolare e gradito che probabilmente prima o poi quest’uomo  lo chiamo.

OPS: non ho descritto il vino … ma per questa volta fidatevi che è buono.

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Postato da: arneis a 19:19 | link | commenti 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: