Skip to content

VINI DELLA FESTA E DEL DISIMPEGNO

novembre 30, 2011

MARTEDÌ, 07 GIUGNO 2011

BONARDA GUTTURNIO E LAMBRUSCO
GIUGNO 2011

In occasione di un viaggio da Mortara a Fornovo sul Taro, percorrendo ” a ritroso” la mitica via Francigena sulle orme del Vescovo Sigerico, che la tracciò nel 990 d.C. ho avuto modo di assaggiare a cena, in tre serate diverse, la Bonarda, il Gutturnio e il Lambrusco, sempre nella loro versione frizzante.
Sono tre vini che hanno delle caratteristiche comuni, sia per colore, sia per gradazione, sia sostanzialmente per profumi e aromi, sia soprattutto per quel frizzantino.
Quel frizzantino che li pone a metà fra un vino e qualche altra cosa che secondo me è la coca cola, o un’altra bevanda gassata.
Si perchè, a differenza dei vini fermi, gli manca la serietà e la ponderazione; non dico che non siano vini, dico però che si prestano ad essere più bevuti semplicemente che degustati. Per carità, l’esame visivo e olfattivo e tutte quelle gestualità si possono fare anche con questi vini, ma un po’ il loro carattere beverino, un po’ il frizzantino, un po’ quella venatura dolce che tutti sembano avere, li rende dei vini appunto un po’ pagliacceschi e simpatici.
Non sono riuscito a considerarli come veri vini però non ho avuto esitazioni ad accompagnare con loro i piatti della tradizione emiliana che mi sono stati proposti. Per esempio a Chiaravalle della Colomba, in un bellissimo ristorante http://www.palazzodellacommenda.it/risto/index.htm ho avuto la fortuna di assaggiare dei piatti buonissimi, serviti in un ambiente raffinato e di gusto, con un cameriere bravo a fare il suo mestiere ed assaggiare un vino gutturnio non sofisticato che ha portato in tavola non l’imponenza della sua struttura o la cupezza del suo colore, ma l’allegria e il disipegno dellla sua frizzantezza, e la leggerezza di una gradazione alcolica leggera. Qualche volta è bello non impigliarsi sempre nella serietà ma bere una coca cola italiana travestita da vino rosso.
Un saluto da vostro Primo Oratore.

Postato da: arneis a 06:38 | link | commenti 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: