Skip to content

VINI E LIBRI

novembre 30, 2011

DOMENICA, 19 GIUGNO 2011

VINO DI CARTA

La mia scelta professionale non è stata quella del mondo del vino. La cultura contadina la conosco bene per averla sempre frequentata in gioventù, ma l’ho anche odiata distaccandomene appena ho potuto. Ed adesso il mio lavoro è quanto di più lontano ci sia.
Il mio ingresso nel mondo del vino ha avuto quindi un andamento sinuoso ed essenzialmente tardivo, costruito sulla pratica dell’assaggio disordinato (non sono sommelier anche se ci sto pensando, come è noto a qualcuno), sulla frequentazione di cantine e cantinieri vari, sulle chiacchierate interminabili con i miei amici e con la Fibess, ed in ultimo, ma non meno importanti con i libri e le riviste.
Da molti anni, praticamente fin da quando mi sono avvicinato al vino, sono invece abbonato alla serissima e tecnica Rivista Porthos. Sandro Sangiorgi è stato anche il primo esperto di vino che ho sentito parlare di vino: mi ricordo quella prima serata di approfondimento alla enoteca Grado 12 di Trento come una autentica magia. Sangiorgi ha un caratteraccio, e quella sera riuscì a litigare con un partecipante alla degustazione, ma ricordo la grazia e la gentilezza con cui ascoltava gli interventi e i giudizi sul vino che stavamo bevendo, compreso il mio che sarà stato di una ingenuità pazzesca: ma lui è così, ed in seguito ho capito che gli interessa davvero di più la genuinità di un pensiero, che l’atteggiamento affettato degli “esperti” (qualsiasi cosa significhi questo termine).
Di Sangiorgi ho acquistato Il matrimonio fra il cibo ed il vino, uno smilzo manuale sull’abbinamento, ed ho da leggere, sul comodino l’Invenzione della Gioia.
Altra rivista: per un anno sono stato abbonato ad Euposia, (me ne vergogno – da dimenticare).

Quanto ai libri io faccio qui un elenco di quelli in cui mi sono imbattuto, ma adesso è da un bel po’ che non ne leggo più: se qualcuno volesse segnalarmi i suoi, e le ragioni per cui me li segnala, ne sarei lieto.
Il primo libro sul vino che ho letto, dalla prima all’ultima pagina, è stato
Il Piacere del Vino Manuale per imparare a bere meglio
edizioni slow food: non porta in copertina gli autori, che si trovano solo nelle note redazionali e sono Paola Gho e Giovanni Ruffa: è un testo pratico che affronta ad un livello di base tutti gli argomenti del vino, come funzionano i sensi, il concetto di degustazione, gli strumenti del mestiere, l’ambiente del vino, e poi l’analisi visiva, olfattiva e gustativa eccetera. Un libro che io ho sempre considerato, anche quando mi sono impratichito meglio, un buon testo di base con il pregio della chiarezza semplicità e precisione, e qualche piccolo trucco da degustatore non provetto. Molto sobrio e molto carino, anche nella sua copertina. Pagato 15,30 € ma riporta ancora il prezzo in Lire 30.000 (che nostalgia!) .
Per 22 € (senza Lire stavolta) trovo in Libreria un altro manuale, scritto da Enrico Bernardo, (il miglior sommelier del mondo, c’è scritto addirittura sopra il nome dell’autore), intitolato
Saper Gustare il Vino, Mondadori.
Questo è un altro manuale semplice per imparare qualcosa, con alcune particolarità che costituiscono il motivo per cui lo comperai: nella seconda metà del libro descrive alcune sue degustazioni verticali di vini famosissimi; ho imparato il linguaggio e i termini da sommelier, gli stessi che adesso -quando vengono usati con eccesso e con finalità descrittive stupefacenti e sopra le righe- non mi piacciono più e mi fanno ridere ma che allora provavo talvolta a scimmiottare. Inoltre ci sono alcune interviste, purtroppo abbastanza scontate, a grandi personaggi del vino : Jean Claude Berrouet , chef de cave della Pétrus, Aubert de Villaine, proprietario della tenuta Romanee Conti e altri. Chiude il libro una bella e sintetica illustrazione dei paesi produttori di vino.
Dello stesso tipo ma più sciatto il libro:
Vino – Manuale del sommelier – Enoteca Italiana di Siena, edizioni  Giunti Demetra. Lo posseggo in due copie: la prima l’ho comperata io e la seconda l’ho ricevuta in regalo. Un manuale senza grandi pretese e senza picchi ma anche onesto e semplice, gradevole da guardare qua e là, mai letto nella sua interezza lo prendo in mano qualche volta (spinto un po’ dalla disperazione).

Più divertenti e gradevoli dei manuali segnalerò adesso alcuni libri di racconti o saggi inerenti il vino.
La dea bottiglia, racconti di assetati e bevitori, una miscellanea di racconti molto brevi di tantissimi autori. Alcune penne sono felicissime, per esempio il racconto di Antonio Baricco -che ha per oggetto la coca cola!- quello nostalgico di Michele Serra, quello spettacolare e divertentissimo sul vino rosè e sulla musica, di Enrico Remmert e Luca Ragagnin, e tanti altri; un libro che leggo ancora, quando mi capita in mano, scegliendo qualche racconto a caso; è un altro regalo, non so il prezzo, ma ad occhio dovrebbe venire via sui 12 €.
Champagne, il sacrificio di un terroir, di Samuel Cogliati, edizioni Porthos, i 10 € più ben spesi della mia vita in fatto di libri sul vino. Ci ho già scritto un post apposito a cui vi rimandohttp://osservatoriodelvino.splinder.com/post/24315528/una-recensione.
Elogio dell’Invecchiamento di Andrea Scanzi, un libro che ho gradito tantissimo. Contiene, lo dice lo stesso richiamo in copertina, molti trucchi dei veri sommelier, ma contiene anche un suo personalissimo viaggio nel mondo del vino. Questo è un libro che ho pagato 15,50 €. Andrea Scanzi, l’ho scoperto dopo, ha un suo blog ed una sezione specifica riguarda questo libro: se siete interessati troverete qui tutti i commentihttp://elogiodellinvecchiamento.splinder.com/.
E’ comunque un libro molto gradevole che io sinceramente consiglierei a chi ama questa letteratura ed il vino.
Le vie del Vino, di Jonathan Nossiter – Il gusto e la ricerca del piacere, edizioni Einaudi stile libero, € 16.00.
Un libro molto graffiante e sincero, per quanto può esserlo un regista. Ricchissimo di idee, è un libro corto, 242 pagine compresi prefazioni indici eccetera, ma densissimo e pieno di spunti.
Nossiter è l’autore del film/documentario Mondovinohttp://it.wikipedia.org/wiki/Mondovino ed il libro ne ripercorre alcuni tratti. Gradevolissima la serietà e sincerità con cui parla di alcuni suoi incontri con alcuni grandissimi e rinomatissimi produttori francesi. Così belli che sembrano un po’ romanzati. Chissà.
E’ stato dalla lettura di questo libro che mi è venuto in mente un post scritto su Vinix sulla distinzione dei vini di destra e di sinistra.  Quel post mi ha attirato più critiche che consensi, ed ha raccolto anche un commento piuttosto pepato.
Infine desidero ricordare qui “Un’ottima annata” un gradevole romanzo che ruota su una storia con al centro il vino: il romanzo è più intrecciato e complesso rispetto al film interpretato da Russel Crowe, indimenticabile Gladiatore ma dimenticabilissimo qui in questo film.
Ovviamente ho L’Altante mondiale dei vini di Robinson e Johnson:http://www.ciao.it/Atlante_mondiale_dei_vini_Jancis_Robinson_Hugh_Johnson__2259101

Altri libri sul vino sono quelli donati o raccattati qua e la, fra cui uno sugli spumanti del trentino, ed uno sui vitigni antichi del Trentino, ma ce li ho lì, un po’ stanchi, a spostarsi da un posto all’altro senza mai trovare una sistemazione definitiva, a causa della loro scarsa personalità.

Un saluto dal vostro Primo Oratore

Postato da: arneis a 11:41 | link | commenti (1)

One Comment leave one →
  1. Admin permalink
    dicembre 1, 2011 7:13 am

    22 Giugno 2011 – 10:05

    è un elenco interessante di libri, alcuni li ho letti, di altri ne conosco solo il titolo, ma a questo punto potrei prendere l’occasione per leggermeli.
    Un libro sul vino che riporti solo schede tecniche è francamente stancante, più un manuale che altro. Attualmente sto leggendo Adventures on the Wine Route di Kermith Lynch, un po’ datato forse (è del 1988) ma molto gradevole da leggere.

    Rolando

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: